Stampa

 30-09-2008 Trenitalia ci ripensa

TRENITALIA CI RIPENSA

Revocato il divieto che, a partire da domani, impediva ai cani ed ai gatti di peso superiore ai 6 chilogrammi di viaggiare sui treni.

ENPA ringrazia, tramite la sua Presidente Nazionale, il Sottosegretario Francesca Martini per il lavoro di mediazione svolto e Trenitalia per l'annullamento del divieto contestato da subito dalla nostra Associazione in quanto ritenuto inutile ai fini della eliminazione dei parassiti dai vagoni ma, soprattutto, estremamente pericoloso e discriminante per il destino degli animali.

In una società civile tutti, animali compresi, hanno diritto a fruire di spazi privati e pubblici e la politica dei divieti, come quella intrapresa da Trenitalia, oltre ad andare contro corrente, è estremamente pericolosa infatti si è cercato di incolpare gli animali dei parassiti presenti sui vagoni, senza pensare che , solitamente i proprietari hanno molta cura dei loro amici a quattro zampe e della loro pulizia.

L'impegno, in una società civile , deve essere quello di tutelare al massimo i diritti degli animali e di introdurne dei nuovi, di "educare" le persone alla comprensione ed al rispetto animale per cercare di sconfiggere randagismo e maltrattamenti.

ENPA, a seguito del "dietrofront" di Trenitalia, annulla la petizione che avrebbe dovuto essere lanciata ai banchetti presenti nella piazze italiane il 4 ed il 5 ottobre, confermando comunque la propria presenza per la tradizionale "Giornata degli Animali"